Paris Photo e dintorni. Parigi torna capitale dell’immagine

Fred Herzog Family, 1967 Archival Pigment Print Equinox Gallery, Vancouver Exhibitor : EQUINOX Read more at http://www.parisphoto.com/paris/press/visuals/artworks?p=3#kDlI4eK4PX6bufuz.99

Tutti a Parigi! Le pillole di oggi non possono che parlare di Paris Photo, più che una fiera un paradiso per amanti della fotografia, collezionisti, artisti e appassionati di tutto il mondo. Purtroppo lo scorso anno il prestigioso evento, che si tiene sotto le magnifiche vetrate del Grand Palais, fu interrotto a causa degli attentati del 13 novembre.

Si riparte però con grande entusiasmo nella Ville Lumière, anche perché c’è da festeggiare il ventesimo anniversario del festival, e i direttori Florence Bourgeois e Christoph Wiesner hanno pensato a una edizione di Paris Photo (11-13 novembre 2016) ancora più ricca di protagonisti con ben 183 espositori, di cui 153 gallerie e 30 editori provenienti da ben 30 paesi diversi. A rappresentare l’Italia abbiamo Continua (San Gimignano), Damiani (Bologna), Paci (Brescia) e Photo & Contemporary (Torino). Tra gli editori figura Contrasto di Roma.

Il settore Prismes, al primo piano, ospita le opere di grande formato e una serie di installazioni. Tra i progetti presentati ricordiamo «Panambira» di Caio Reisewitz (Bendana-Pinel, Parigi), le polaroid e i film di Andrej Tarkovskij, provenienti dalla Fondazione Tarkovskij di Firenze (White Space, Londra), e «Détenues» di Bettina Rheims. Sono 16 i «solo show», tra cui David Lachapelle (Staley-Wise, New York) e Fred Herzog (Equinox, Vancouver).


Per questa edizione anche il Centre Pompidou porta il suo contributo a Paris Photo organizzando nel Salon d’Honneur del Grand Palais la mostra «The Pencil of Culture»: un centinaio di scatti (degli oltre 11mila) che il Beaubourg ha acquisito dal 2007 ad oggi. Tra i fotografi rappresentati, Richard Avedon, Germaine Krull, Rudolf Steiner, John Coplans, Arno Gisinger.

In occasione del ventesimo anniversario di Paris Photo è stato pubblicato il volume Paris Photo 1997-2016, Parcours (ed. Barral) con i contributi di star come Martin Parr, Sophie Calle, David Lynch e Wim Wenders. Tutta Parigi in questi giorni diventa la capitale dell’immagine con iniziative in ogni angolo della città a partire dalla rassegna «Fotofever», al Carrousel du Louvre, ormai alla sua quinta edizione, che si rivolge a collezionisti esperti e in erba, con una selezione di opere acquistabili a meno di 5mila euro.

avedon_bnf-1024x537

Si è invece inaugurata il 18 ottobre 2016, e finirà a febbraio 2017, la mostra La France d’Avedon Vieux Monde, New Look presso la Bibliothèque Nationale de France. In oltre cinquant’anni di viaggi e di soggiorni a Parigi e in Francia, Richard Avedon (1923 – 2004) ha costruito un rapporto singolare con questo paese. La mostra esplora, per la prima volta, questa dimensione della vita e dell’opera del grande fotografo americano.

Paris Photo
11-13 novembre 2016
Grand Palais, Parigi
www.parisphoto.com

La France d’Avedon Vieux Monde, New Look
fino al 26 febbraio 2017
Bibliothèque Nationale de France
www.bnf.fr

Photo: Fred Herzog, Family, 1967, Equinox Gallery, Vancouver. 

Richard Avedon, self portrait.