Paolo Roversi: Incontri e Storie

Palazzo Reale ospita una monografica del fotografo Paolo Roversi che esplora le diverse sfaccettature del suo lavoro – quello più meditativo, intimista e sconosciuto fino a quello più glamour – attraverso 9 storie che abitano le 9 stanze degli Appartamenti del Principe fino al 17 dicembre.  Artista profondamente attento al processo fotografico, Roversi ha fatto della sperimentazione con la polaroid largo formato la base della propria cifra stilistica. La sua poetica, modulata sulla ricerca e la prossimità all’ineffabile “sentimento della luce”, è evidente in tutti gli scatti del fotografo, da quelli di alta moda fino ai nudi o agli still life.

In concomitanza con la grande esposizione di Palazzo Reale a Milano, la Fondazione Sozzani con la mostra Incontri mette in evidenza la struttura propriamente pittorica delle fotografie di Paolo Roversi. Roversi è artista della composizione e della geometria, con un approccio astratto alla realtà. Fin dagli Anni ’80 le sue fotografie rispondono a una costante esigenza formale che dà loro un carattere sorprendentemente atemporale, in contraddizione con il gusto e gli usi della moda.

La sua familiarità con la storia dell’arte, e con la pittura italiana in particolare, gli permette di fotografare come un pittore. Lavora spesso a serie costruite attorno a un tema o a un modello, come se cercasse di estrarne tutte le possibilità plastiche. Per Incontri Roversi ha raccolto le sue fotografie a due e a tre, in dittici e trittici. 
Questo procedimento, mai utilizzato prima in modo sistematico, offre uno sguardo inedito sul suo lavoro, dandogli una dimensione monumentale. La composizione a più elementi gli consente di dare un’attenzione maggiore al soggetto arricchendone la lettura. Come nei polittici del Rinascimento, che ricorrono ampiamente a questo metodo.

Fondazione Sozzani
Paolo Roversi, Incontri
Fino all’11 febbraio 2018

Palazzo Reale
Paolo Roversi, Storie
a cura di Alessia Glaviano
Fino al 17 dicembre 2017