Kind of day in Milano, fotografie di Bruce Weber

Kris Ruhs e Bruce Weber si sono incontrati decenni fa. E nel tempo sono diventati amici. Anni di cene e cartoline e storie circolate tra loro. Nel 2003 Bruce ha visitato lo studio di Kris, nuovamente quindi nel 2011 e nel 2014, ha scattato una serie di fotografie. Una collaborazione tra artisti.
Questa mostra è la memoria di quei giorni e di questa amicizia.

Era quel genere di giornata da film noir a Milano. Il sole stava cercando di penetrare tra le nuvole che si muovevano veloci mentre noi cercavamo un lungo vicolo per lo studio di Kris. Ovviamente non c’era un numero civico – non c’era nemmeno il nome RUHS inciso nel metallo del grande portone industriale all’ingresso. Finalmente Kris uscì, si aggirava nei suoi abiti da lavoro come un personaggio dell’opera teatrale ‘Uomini e topi’ di John Steinbeck. Siamo entrati, e lui rispose con il suo modo dolce di parlare, mentre noi ci complimentavamo per i disegni e le sculture che riempivano lo spazio, “La luce è bella qui dentro.” Il mio esposimetro segnava un’apertura di diaframma di appena f/ 2.8 ad 1/15. Mi venne in mente quando avevo fotografato Balthus nel suo studio in Svizzera, costruito direttamente nella terra. Lì, a malapena, sono riuscito a leggere il mio esposimetro. Era abbastanza tardi quando arrivammo al club di boxe, ma non me ne accorsi nemmeno perché ero già occupato a fotografare i combattenti sul ring, che si tiravano feroci pugni l’uno l’altro, imprecando in italiano; come diceva Kris in modo rassicurante, “Non ti preoccupare, amerai la luce.” Bruce Weber

Gli artisti spesso nascondono il loro processo creativo agli altri per proteggere un sistema, o una mentalità, o l’unicità della loro visione. Alcuni artisti indossano veli di personalità impenetrabili che proteggono questo processo creativo mentre lavorano tra la folla. Altri evitano la folla mentre lavorano. La necessità di non svelare la fonte della propria creatività rende difficile la collaborazione tra artisti. Ci vuole un alto livello di fiducia per permettere a un altro artista di guardare in questo mondo interiore. E la fiducia cresce solo nel tempo. 

Kris Ruhs  Artista, scultore, e designer, Kris Ruhs è nato nel 1952 a New York, ha studiato alla School of Visual Arts, con diverse mostre personali a New York e Los Angeles all’inizio della sua carriera, prima de “Hanging Garden” sono tra le sue installazioni più grandi. Ha pubblicato molti libri, tra cui “Hanging Garden”, “Jewellery”, “Works on Paper” e il libro d’arte in edizione limitata “One of One Hundred”.

Bruce Weber  Nato in Pennsylvania nel 1946, Bruce Weber è diventato un fotografo importante negli anni ’80 e continua ad essere uno dei fotografi e registi più famosi e influenti del mondo nell’ambito della moda e non solo. Ha esposto le sue opere nelle più importanti gallerie e musei e ha pubblicato diversi libri, tra cui “Shufly”, “The Chop Suey Club”, “A House is not a Home”, “Gentle Giants”, “O Rio de Janeiro” e “All-Americans”, serie annuale sulle personalità americane.

Kind of a day in Milano, photographs by Bruce Weber
21 febbraio 2018 – 8 aprile 2018
Galleria Carla Sozzani
Milano
www.galleriacarlasozzani.org