Robert Doisneau-Pescatore d’immagini

Attraverso una selezione di 70 immagini in bianco e nero, l’esposizione racconta l’universo creativo del grande fotografo francese Robert Doisneau (1912-1994). Il percorso espositivo si apre con l’autoritratto del 1949 e ripercorre i motivi più cari a Doisneau, conducendo il visitatore in una passeggiata nei giardini di Parigi, lungo la Senna, per le strade del centro e della periferia, nei bistrot e nelle gallerie d’arte della capitale francese. I soggetti preferiti delle sue fotografie sono, infatti, i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere in questa città senza tempo. Tra i capolavori più celebri in mostra si trova anche “Le Baiser de l’Hôtel de Ville”, foto del 1950 che riprende una giovane coppia mentre si bacia davanti al municipio di Parigi in mezzo alla gente che cammina veloce e distratta. L’opera, per lungo tempo identificata come un simbolo della capacità della fotografia di fermare l’attimo, non è stata scattata per caso: Doisneau, infatti, stava realizzando un servizio per la rivista americana Life e per questo chiese ai due giovani di posare per lui. Curata dall’Atelier Robert Doisneau – Francine Deroudille e Annette Doisneau – in collaborazione con Piero Pozzi, la mostra è prodotta e realizzata da Di Chroma Photography, ViDi – Visit Different.

Robert Doisneau
Pescatore d’immagini
fino al 17 giugno
Museo della Grafica
Palazzo Lanfranchi
Pisa

www.unipi.it