LETIZIA BATTAGLIA – SHOOTING THE MAFIA. Cinema e fotografia

Non è ancora possibile, viste le restrizioni dovute al Covid, andare in giro per mostre, così la nostra rubrica “Pillole della domenica” deve inventarsi un altro modo per guardare la fotografia, segnalando libri o film che ci raccontano sguardi e storie.

Anche la sala cinematografica del Centro Pecci si sposta on line e, insieme ad altri film, ci propone Letizia BattagliaShooting The Mafia di Kim Longinotto.

Letizia Battaglia – Shooting the Mafia, più che una storia, è un ritratto personale e intimo della fotografa palermitana e fotoreporter per “L’Ora”, nonché una delle colonne portanti del giornalismo di cronaca. Una vita vissuta senza schemi, che l’ha vista per anni fotografare Palermo, impegnarsi nella politica, ma soprattutto documentare i morti, le guerre e le stragi della mafia. A metà tra racconto personale e professionale, il film delinea la personalità di una figura fondamentale in Sicilia e nella stessa Italia tra gli anni Settanta e Novanta. Con i suoi scatti Letizia ha narrato una Nazione scossa dal potere mafioso, portando alla luce quella faccia scura della medaglia e della politica, come la storica foto emblematica di quegli anni che ritrae Giulio Andreotti accanto al mafioso Nino Salvo, uno scatto che ha cambiato il punto di vista giuridico. Intrecciando interviste e testimonianze d’archivio, la regista racconta la vita di un’artista passionale e coraggiosa, mostrando non solo un’esistenza straordinaria e anticonformista, ma anche uno spaccato di storia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*